Vitigno Italia chiude con quindicimila visitatori, raddoppio del fatturato e finale strepitoso con

0

Vitigno Italia, il salone del vino da vitigno autoctono, chiude l’edizione 2006 con la forza dei numeri e grandi prospettive per l”anno prossimo: quindicimila visitatori nei tre giorni della manifestazione, 81 buyers esteri provenienti da venti paesi e circa 5000 operatori nazionali del food&beverage. Raddoppio delle presenze dunque rispetto allo scorso anno e grande attenzione dei buyers internazionali che hanno potuto incontrare i produttori presenti al salone nella nuova area ICE allestita per i workshop one to one. Numerosi i contratti sottoscritti dagli importatori cinesi, indiani, statunitensi e norvegesi, venuti a Napoli grazie alla preziosa collaborazione dell’Istituto per il Commercio estero. Affari anche con Singapore presente a Vitigno Italia con il chief manager del wine&food della Singapore Airlines.

Tra i mercati emergenti le delegazioni russa, lituana e della repubblica Ceca si sono rivelate le più dinamiche e interessate al mercato dell’autoctono italiano. Non sono mancati i buyers dai mercati consolidati dell’Europa: in testa Germania, Olanda, Spagna e Danimarca. Presenti anche due delegazioni di operatori dal Canada e dall’Ungheria.

. La prima edizione aveva visto 4 milioni di euro di contratti sottoscritti e 1 milione di bottiglie vendute. La manifestazione, al suo secondo anno, si è consolidata con nuove presenze di qualità che hanno già riconfermato un proprio spazio alla Mostra d’Oltremare per il 2007. Grandi nomi come il toscano Biondi Santi, signore indiscusso del Brunello di Montalcino, Banfi, Terredora e Feudi San Gregorio hanno elogiato la manifestazione per concretezza, organizzazione ed entusiasmo. Dal sud le voci di consenso arrivano unanimi dalla Sicilia e dalla Campania con l’assessore regionale all’Agricoltura Andrea Cozzolino che ha ribadito la volontà di fare di Vitigno Italia l’appuntamento più grande del Sud Italia: . VitignoItalia 2007 vedrà nuovi spazi espositivi, nuovi espositori e nuovi progetti: , ha ribadito Chicco De Pasquale.

Grande il successo anche nell’area Cooking&wine, la lounge organizzata da WiItaly di Lorenza Vitali in collaborazione con Coldiretti Napoli e curata da Luigi Cremona, che ha portato a Napoli, nei tre giorni della manifestazione, gli chef più corteggiati del momento. Grandissimi nomi come Heinz Beck, Gennarino Esposito, Alfonso Caputo, Alfonso Iaccarino, Marco Bistarelli, Ernesto Iaccarino, Nico Romito ed altri ancora che hanno cucinato davanti a un pubblico estasiato di curiosi e gourmet raccontando ricette e segreti di alta gastronomia. Heinz Beck, signore degli chef, ha chiuso la manifestazione che ha premiato anche il Miglior chef emergente della Campania, Domenico Vicinanza del Papavero di Eboli. Un evento nell’evento, quello di Cooking&wine, che ha visto affiancare ai grandi autoctoni anche la grande cucina italiana: VitignoItalia 2007 prenota il bis. E’ finalmente nato il grande Salone del Sud!

Share.

Leave A Reply

NON PERDERTI NULLA!
 Iscriviti alla Newsletter
Puoi essere il primo a ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi direttamente nella tua casella di posta.
Iscrivimi
Prova, ti puoi cancellare in un qualsiasi momento. Niente SPAM, una sola email alla settimana.